TECNICO SUPERIORE PER L’AUTOMAZIONE ED I SISTEMI MECCATRONICI
EDIZIONE 2016

Info

Area Nuove tecnologie per il Made in Italy
Ambito Sistema meccanica
Figura Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici

Sedi del corso

ISIS Arturo Malignani

Viale Leonardo da Vinci, 10 UDINE (UD)
segreteria@itsmalignani.it
www.itsmalignani.it

REFERENTI

Iannis Ester | segreteria@itsmalignani.it | 0432481859

Direttore della Fondazione (aree: Gestione dei rapporti con il MIUR, Scuole, Enti, Aziende; Progettazione di azioni di miglioramento; Monitoraggio e Valutazione; Ricerca finanziamenti)

DESCRIZIONE DEL CORSO

A) Tecnico superiore Automazione e sistemi meccatronici , industria meccanica Questa figura professionale opera nel contesto delle soluzioni usate per progettare, realizzare, integrare, controllare macchine e sistemi automatici destinati ai piĂą diversi tipi di produzione. Utilizza i dispositivi di interfaccia tra le macchine controllate e gli apparati programmabili che le controllano. Interviene per programmarli, collaudarli e metterli in funzione, documentando le soluzioni sviluppate. Gestisce i sistemi di comando, controllo e regolazione. Collabora con le strutture tecnologiche preposte alla creazione, produzione e manutenzione dei dispositivi su cui si trova ad intervenire. Cura e controlla anche gli aspetti economici, normativi e della sicurezza


B) Tecnico superiore Automazione e sistemi meccatronici Manutentore Aeronautico. Questa figura pianifica, organizza e monitora le risorse necessarie alla produzione/manutenzione di mezzi di trasporto e infrastrutture collegate in conformitĂ  alla normativa europea “Regolamento (CE)N. 2024/2003 sul mantenimento della navigabilitĂ  di aeromobili e di prodotti aeronautici, parti e pertinenze, sull’approvazione delle imprese e del personale autorizzato a tali mansioni. Opera nell’ambito di un servizio/processo di manutenzione/produzione di mezzi di trasporto e infrastrutture collegate nel rispetto di un piano programmato di attivitĂ ; organizza e sovrintende le attivitĂ  di supporto alla manutenzione/produzione di mezzi di trasporto e infrastrutture collegate. Valuta le diverse soluzioni di automazione, dimensionamento, configurazione, documentazione e manutenzione di sistemi meccanici, elettrofluidici. Valuta l’adeguatezza delle soluzioni di sicurezza presenti sulle macchine e gestisce la documentazione di impianto applicando la normativa inerente i dispositivi e i sistemi di sicurezza. 

COMPETENZE PROFESSIONALI

COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI (profilo A - Industria Meccanica)

Intervenire  in tutti i segmenti della filiera dalla produzione alla commercializzazione

Gestire le esigenze di postvendita e manutenzione

Gestire i flussi produttivi nella loro programmazione, controllo ed economicitĂ , anche in relazione a logiche di industrializzazione e di miglioramento continuo

Sviluppare ed implementare le tecniche di progettazione, prototipazione ed industrializzazione (design for manufacturing)

Individuare i materiali, le relative lavorazioni e i trattamenti adeguati ai diversi impieghi

Scegliere le tecnologie di lavorazione e le relative macchine sulla base delle caratteristiche tecnico-economiche richieste

Ricercare e applicare le normative tecniche e di sicurezza del settore elettrico, elettronico e meccanico nella progettazione e nell’utilizzo della componentistica

Programmare sistemi di automazione industriale (PLC, robot, macchine CNC, reti di comunicazione, sistemi di monitoraggio e diagnostica, ecc.)

Configurare, dimensionare, documentare e mantenere sistemi automatici di diversa tipologia

Applicare su sistemi e impianti le metodologie di prevenzione, analisi e diagnostica dei guasti e proporre eventuali soluzioni 


 

Ambito linguistico, comunicativo e relazionale

Padroneggiare gli strumenti linguistici e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per interagire nei contesti di vita e di lavoro

Utilizzare l’inglese tecnico (microlingua), correlato all’area tecnologica di riferimento per comunicare correttamente ed efficacemente nei contesti in cui opera

Concertare, negoziare e sviluppare attivitĂ  in gruppi di lavoro per affrontare problemi, proporre soluzioni, contribuire a produrre, ordinare e valutare risultati collettivi

Predisporre documentazione tecnica e normativa gestibile attraverso le reti telematiche

Gestire i processi comunicativi e relazionali all’interno e all’esterno dell’organizzazione sia in lingua italiana sia in inglese

Valutare le implicazioni dei flussi informativi rispetto all’efficacia ed efficienza della gestione dei processi produttivi o di servizio, individuando anche soluzioni alternative per assicurarne le qualità

 

Ambito scientifico e tecnologico 

Utilizzare strumenti e modelli matematici e statistici nella descrizione e simulazione delle diverse fenomenologie dell’area di riferimento, nell’applicazione e nello sviluppo delle tecnologie appropriate

Utilizzare strumentazioni e metodologie proprie della ricerca sperimentale per le applicazioni delle tecnologie dell’area di riferimento

 

Ambito giuridico ed economico 

Reperire le fonti e applicare le normative che regolano la vita dell’impresa e le sue relazioni esterne in ambito nazionale, europeo e internazionale

Conoscere i fattori costitutivi dell’impresa e l’impatto dell’azienda nel contesto territoriale di riferimento

Utilizzare strategie e tecniche di negoziazione con riferimento  ai contesti di mercato nei quali le aziende del settore di riferimento operano anche per rafforzarne l’immagine e la competitivitĂ 

 

Ambito organizzativo e gestionale 

Conoscere e contribuire a gestire i modelli organizzativi della qualitĂ  che favoriscono l’innovazione nelle imprese del settore di riferimento 

Riconoscere, valutare e risolvere situazioni conflittuali e problemi di lavoro di diversa natura: tecnico-operativi, relazionali, organizzativi

Conoscere, analizzare, applicare e monitorare, negli specifici contesti, modelli di gestione di processi produttivi di beni e servizi

Gestire relazioni e collaborazioni nell’ambito della struttura organizzativa interna ai contesti di lavoro, valutandone l’efficacia

Gestire relazioni e collaborazioni esterne – interpersonali e istituzionali- valutandone l’efficacia

Organizzare e gestire, con un buon livello di autonomia e responsabilità, l’ambiente lavorativo, il contesto umano e il sistema tecnologico di riferimento al fine di raggiungere i risultati produttivi attesi

Analizzare, monitorare e controllare, per la parte di competenza, i processi produttivi al fine di formulare proposte/ individuare soluzioni e alternative per migliorare l’efficienza e le prestazioni delle risorse tecnologiche e umane impiegate nell’ottica del progressivo miglioramento continuo


in allegato le competenze in uscita del profilo aeronautico (B)

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

A) Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici - ind. meccanica

La figura è ricercata e trova collocazione nelle aziende del territorio non esclusivamente del settore manufatturiero meccanico. E' particolarmente ricercata per l'inserimento in uffici tecnici (disegno 2 D e 3 D; impianti di laminazione; software per colata continua ma anche domotica delle navi da crociera); Ufficio tecnico commerciale (layaoutista proposal); assistenza e supervisione durante l'avviamento di nuove macchine; progettazione macchine CNC, PLC e progettazione elettrica; montaggio e carpenteria; gestione qualità.


B) Tecnico superiore manutenzione aeromobili - ind. aeronautica

La figura è ricercata e trova collocazione presso aziende, sia italiane che estere, di manutenzione ala fissa e rotante certificate PART 145. 


Il titolo dĂ  accesso ai concorsi (dpcm gennaio 2008)

REQUISITI D'ACCESSO

Il Comitato Tecnico Scientifico ha ritenuto opportuno individuare come caratteristiche personali e attitudinali di riferimento ritenute fondamentali per chi intende affrontare un percorso lungo e impegnativo come quello in oggetto:

- una chiara visione dei propri obiettivi e una spiccata motivazione a raggiungerli;

- un forte interesse verso l'area professionale di riferimento del progetto;

- una buona predisposizione alle relazioni interpersonali, al lavoro di gruppo ed al confronto.


La verifica del possesso delle competenze di base tecniche, tecnologiche e di lingua inglese, necessarie per una produttiva partecipazione alle attivitĂ  formative, definite annualmente dal Comitato Tecnico Scientifico e inserite nel Progetto Formativo presentato per l’approvazione alla Regione Fvg, viene effettuata dalla Commissione della selezione di cui fanno parte esperti del settore “gestione risorse umane” e del mondo produttivo, sulla base delle prove scritte predisposte dal Comitato Tecnico Scientifico e di un colloquio orale “motivazionale”. La graduatoria è stilata tenuto conto anche di altri indicatori , tendenti in particolare a valorizzare le esperienze giĂ  maturate dal candidato nell’ ambito di progetti di alternanza scuola lavoro e/o lavoro, certificazioni rilasciate da enti terzi in ambito linguistico, tecnico, scientifico e la partecipazione positiva a gare nazionali ed internazionali nel settore tecnico/scientifico. 

Su indicazione delle aziende presenti nel Comitato Tecnico Scientifico le prove di selezione mirano all’accertamento delle competenze possedute dal candidato e ritenute equivalenti a quelle previste dalle certificazioni (a titolo indicativo ECDL Advance e Inglese B2).


ALTRE INFORMAZIONI:

La Fondazione sottoscrive un una Convenzione annuale con ARDISS (Agenzia  Regionale per il diritto agli studi superiori) che  consente ai corsisti ITS di accedere ai benefici previsti per le altre categorie di studenti del settore terziario (UniversitĂ  e Conservatori) relativi ad assegni di studio, alloggi gratuiti e convenzionati, trasporti agevolati etc).

I corsisti iscritti all’indirizzo per l’industria meccanica possono concorrere per l’assegnazione di quattro borse di studio messe a disposizione da una azienda socia fondatrice.    

DURATA E STAGE

Il corso biennale ha una durata di 1860 ore, di cui 630 di stage formativo in azienda. Sono inoltre attivati, a comune richiesta dell’azienda e del corsista, tirocini formativi estivi. In particolare per i diplomati Tecnico Superiori del Corso  Automazione e sistemi meccatronici Manutentore di aeromobili sono stati in passato attivati e possono tuttora  essere attivati tirocini formativi extracurricolari.

CERTIFICAZIONI FINALI

Il progetto formativo dei corsi MITS per l’industria meccanica prevede che i corsisti conseguano il Certificato  Certificato di formazione sulla sicurezza dei lavoratori- Formazione specifica rischio elevato e la Certificazione CETOP /ASSOFLUID (Comite’ Europeen des Oleohydrauliques Transmission et Pneumatiques). I corsisti sono anche preparati a sostenere gli esami di certificazione di competenza linguistica in lingua inglese (livello B2 e C1 ): tale partecipazione avviene a livello individuale , in quanto la certificazione non è ritenuta indispensabile dalle aziende partner. 

Il DIEG  dell’UniversitĂ  degli Studi di Udine (oggi DPIA Dipartimento Politecnico di Ingegneria e architettura) ha riconosciuto  51 CFU per il riconoscimento totale o parziale di esami di discipline previste dal piano di studi accademico e riduzione del costo per l’accesso a liberi esami universitari durante il percorso ITS.

E’ stato inoltre sottoscritto un Protocollo tra il MITS e il Collegio  dei periti industriali e periti laureati di Udine che consente ai diplomati MITS  in possesso del titolo di studio di perito industriale di accedere all’Esame di Stato all’Esercizio alla libera professione , in quanto è riconosciuto come giĂ  assolto durante il percorso ITS  il tirocinio professionale obbligatorio. I corsisti possono inoltre iscriversi al Registro dei Praticanti a condizione economiche vantaggiose. 


Il progetto formativo dei corsi MITS per l’industria aeronautica, Manutentore di aeromobili prevede che i corsisti conseguano il Certificato  di formazione sulla sicurezza dei lavoratori- Formazione specifica rischio elevato e la Certificazione in Security aeroportuale - Certificato A 13. I corsisti sono anche preparati a sostenere gli esami di certificazione di competenza linguistica in lingua inglese (livello B2 e C1 ): tale partecipazione avviene a livello individuale, in quanto la certificazione non è ritenuta indispensabile dalle aziende partner. 

In applicazione dell’Accordo tra ENAC (Ente nazionale per l’Aviazione Civile) e il MITS a conclusione del corso l’allievo che ha superato positivamente contestualmente al percorso biennale ITS gli esami LMA (Licenza di manutentore aeronautico)  riceve il riconoscimento di credito individuale di formazione teorica ai fini del conseguimento della Licenza di Manutentore Aeronautico cat. A, B1 e B2 secondo il Regolamento CE 2042/2003 e succ.vi emendamenti Allegato III Parte 66..A25 (b) e 66.B.400.