TECNICO SUPERIORE RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGROALIMENTARI E AGROINDUSTRIALI
EDIZIONE 2017/2019

Info

Area Nuove tecnologie per il Made in Italy
Ambito Sistema agro-alimentare
Figura Tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali

Sedi del corso

ITS EAT ECCELLENZA AGROALIMENTARE TOSCANA

Via Guelfa, 40 CORTONA (AR)
arezzo@fondazione-eat.it
www.fondazione-eat.it

DATA INIZIO CORSO

30/10/2017

DATA FINE CORSO

31/07/2019

REFERENTI

PAOLA PARMEGGIANI | direzione@fondazione-eat.it | 3331328663

Direttore

DESCRIZIONE DEL CORSO

Il Tecnico Superiore responsabile delle produzioni per la produzione e trasformazioni agro‐alimentari e agro-industriali è una figura professionale con competenze in una molteplicità di ambiti scientifici, tecnici e gestionali.  

Il  corso  intende  formare  Tecnici  Superiori  con  conoscenze  e  competenze  altamente specialistiche e con un elevato livello professionale nell’area tecnologica delle nuove tecnologie per  il made  in Italy - Sistema Agro-alimentare, tale da  consentire un  loro  efficace  e rapido inserimento nel mercato del lavoro locale, nazionale e internazionale.


Può  essere  impiegato  in  vari  ruoli  professionali,  nella  programmazione  e  gestione  della produzione,  nel  controllo  qualità  e  sicurezza  alimentare,  nella  ricerca  e  sviluppo  e progettazione nuovi prodotti, in ambito dei sistemi di gestione qualità, sicurezza e ambiente. 

COMPETENZE PROFESSIONALI

Al termine del percorso il diplomato Tecnico Superiore sarà in grado di:

• presiedere alla programmazione e al controllo dei processi produttivi degli alimenti;

• intervenire in fase di impostazione e implementazione delle procedure di analisi della qualità;

• sovrintendere ai processi di autocontrollo ed ai controlli di filiera;

• gestire i processi produttivi secondo i principi di eco‐compatibilità e sostenibilità; 

• conoscere e contribuisce a gestire i modelli organizzativi della qualità che favoriscono l’innovazione nelle imprese del settore agro-alimentare;

• conoscere ed applicare normative, regole e leggi a tutela della sicurezza e qualità dei prodotti alimentari;

• seguire le procedure per la certificazione dei prodotti e delle origini; 

• promuovere l'innovazione di prodotto e di processo, anche attraverso la progettazione di nuovi prodotti alimentari; 

• utilizzare strumenti e metodi propri della ricerca sperimentale; 

• padroneggiare  gli  strumenti  linguistici  e  le  tecnologie  dell’informazione  e  della comunicazione per interagire nei contesti di vita e di lavoro;

- -concertare, negoziare e sviluppare attività in gruppi di lavoro per affrontare problemi, proporre soluzioni, contribuire a produrre, ordinare e valutare risultati collettivi;


• organizzare  e  gestire,  con  un buon  livello  di  autonomia  e responsabilità,  l’ambiente lavorativo.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Lavora prevalentemente nella piccola media impresa agro‐alimentare o presso organizzazioni, consorzi, enti di ricerca pubblici e privati del settore. Lavora inoltre in società di consulenza e come libero professionista. 

Può  essere  impiegato  in  vari  ruoli  professionali,  nella  programmazione  e  gestione  della produzione,  nel  controllo  qualità  e  sicurezza  alimentare,  nella  ricerca  e  sviluppo  e progettazione nuovi prodotti, in ambito dei sistemi di gestione qualità, sicurezza e ambiente. 


All’interno dell’azienda si interfaccia con la direzione, la produzione e il marketing apportando innovazioni tecnologiche  e  ottimizzando  le  linee  di  intervento  in  virtù  di  un  avanzamento qualitativo  e  di  una  valorizzazione  del  Made  in  Italy  nei  mercati  locali  e  internazionali, rilanciando la qualità del capitale umano per favorire la competitività dei sistemi produttivi con particolare riferimento alle PMI. 

REQUISITI D'ACCESSO

Il  corso  è rivolto  a  24  corsisti,  di  età  compresa tra  i 18 (compiuti  alla  data  di  scadenza  di presentazione  della  domanda  di  partecipazione)  e  i  30  anni (non  compiuti  alla  data  della domanda di iscrizione), in possesso di un diploma di istruzione secondaria superiore.  

Sono richieste buone competenze nell’uso della lingua inglese e dell’informatica. Ai fini della valutazione dei titoli è utile accompagnare la documentazione di candidatura, con eventuali certificazioni di parte terza che attestano il conseguimento di tali competenze (solo a titolo di esempio: certificati Cambridge ESOL come PET o FCE, ECDL etc...). 


Uno specifico punteggio viene assegnato alla votazione del diploma di istruzione secondaria superiore.

DURATA E STAGE

Il percorso formativo  ha avuto inizio a febbraio 2016. Il  corso  terminerà presumibilmente entro il mese di Dicembre 2017.

Il Percorso ITS ha la durata di 4 semestri, per un totale di n. 2000 ore, di cui n. 1200 dedicate a lezioni d’aula di tipo laboratoriale, esercitazioni di laboratorio e/o in contesti lavorativi, visite didattiche, project work e n. 800 ad attività di stage.  


Il percorso formativo è articolato in Unità Formative relative alle Aree delle Competenze di Base, Trasversali e Tecnico Professionali.

CERTIFICAZIONI FINALI

Il diploma di tecnico superiore sarà rilasciato dalla Fondazione ITS “E.A.T. – Eccellenza Agro‐alimentare Toscana”, sulla base del modello nazionale, previa verifica finale delle competenze acquisite dagli studenti che avranno frequentato i percorsi I.T.S. per almeno l’80% della loro durata  complessiva  e  che  saranno  stati  valutati  positivamente  dai  docenti  dei  percorsi medesimi e dal tutor aziendale, a conclusione delle attività formative e degli stage.


Il diploma conseguito, a seguito del superamento dell’esame finale,  corrisponde al V livello del Quadro Europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF) e costituisce titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi dell’articolo 5, comma 7, del d.P.C.M 25 gennaio 2008.


PIANO DI STUDI 1° ANNO

AMBITO LINGUISTICO COMUNICATIVO E RELAZIONALE:

1.Business english; 2. Comunicazione leadership e problem solving; 3. Orientamento al ruolo e ricerca attiva del lavoro; 4. Strumenti informatici per l'analisi e l'elaborazione dei dati; 5. Project managemente

AMBITO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO:

1. Cartografia e nuove tecnologie per la rappresentazione territoriale; 2. Gestione delle risorse idriche in agricoltura; 3. Agricoltura di precisione e geo-statistica

AMBITO GIURIDICO ED ECONOMICO:

1. Diritto commerciale e del lavoro per l'impresa agricola; 2. Diritto agro-alimentare, responsabilità sociale e fondamenti di diritto penale; 3. Fondamenti di diritto dell'ambiente e normativa per la gestione dei rifiuti; 4. Sistema di gestione qualità sicurezza e ambiente e benessere organizzativo; 5. Sicurezza alimentare e tracciabilità: certificazione volontaria dei prodotti agro-alimentari

AMBITO ORGANIZZATIVO E GESTIONALE:

1. Economia e gestione dell'impresa agro-alimentare e agro-industriale

NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY:

1. Tecnologie agrarie e agro industriali; 2. Sostenibilità e eco-compatibilità delle filiere agro industriali; 3. Tecniche e metodi per l'analisi dei mercati; 4. Marketing e cultura: le filiere del territorio e la conservazione della biodiversità

SPECIFICHE DEL PROFILO:

1. Meccanizzazione e gestione dei macchinari agricoli; 2. Laboratorio ed applicazioni pratiche


PIANO DI STUDI 2° ANNO

AMBITO LINGUISTICO COMUNICATIVO E RELAZIONALE:

1. Business english; 2. Comunicazione leadership e problem solving; 3. Orientamento al ruolo e ricerca attiva del lavoro

AMBITO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO:

1. Cartografia e nuove tecnologie per la rappresentazione territoriale; 2. Agricoltura di precisione e geo-statistica

AMBITO GIURIDICO ED ECONOMICO:

1. Sicurezza alimentare e tracciabilità: certificazione volontaria dei prodotti agro-alimentari

AMBITO ORGANIZZATIVO E GESTIONALE:

1. Programmazione della produzione e lean production; 2. Logistica e supply chain management; 3. Creazione e gestione del budget e pianificazione della produzione

NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY:

1. Tecnologie agrarie e agro industriali; 2. Allevamento e produzioni animali del territorio; 3. Macchine e impianti zootecnici; 4. Sostenibilità ed eco compatibilità delle filiere agro industriali; 5. Analisi degli alimenti e tecniche di controllo qualità; 6. Marketing e cultura: le filiere del territorio e la conservazione della biodiversità; 7. Metodi e strumenti per la ricerca di distributori e partner commerciali

SPECIFICHE DEL PROFILO:

1. Meccanizzazione e gestione dei macchinari agricoli; 2. Laboratorio ed applicazioni pratiche