TECNICO SUPERIORE PER IL CONTROLLO, LA VALORIZZAZIONE E IL MARKETING DELLE PRODUZIONI AGRARIE, AGROALIMENTARI E AGROINDUSTRIALI
EDIZIONE 2015

Info

Area Nuove tecnologie per il Made in Italy
Ambito Sistema agro-alimentare
Figura Tecnico superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali

Sedi del corso

Parco Tecnologico Padano

Via Einstein, Loc. Cascina Codazza, Lodi LODI (LO)
its@agrorisorse.it
www.ptp.it

REFERENTI

Audia Elena | its@agrorisorse.it | 03714662640

Responsabile organizzativo del tutoraggio didattico

DESCRIZIONE DEL CORSO

La figura professionale, che il corso si propone di formare, opera per organizzare e gestire sia il controllo qualitativo dei processi e dei prodotti della filiera, garantendone la conformità agli standard nazionali e comunitari, sia la valorizzazione dei prodotti e dei beni naturali. Valida il processo e le funzionalità degli impianti. Analizza la domanda dei mercati emergenti e propone soluzioni innovative per il marketing dei prodotti “Made in Italy”. Gestisce le attività connesse alla promozione dei prodotti di filiera e del territorio, nonché alla fidelizzazione della clientela. Sovrintende alle pratiche doganali e alla redazione della documentazione d’accompagnamento merci.

COMPETENZE PROFESSIONALI

• Padroneggiare gli strumenti linguistici e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per interagire nei contesti di vita e di lavoro
• utilizzare l’inglese tecnico, correlato all’area tecno-logica di riferimento, per comunicare corretta-mente ed efficacemente nei contesti in cui opera
• concertare, negoziare e sviluppare attività in gruppi di lavoro per affrontare problemi, proporre soluzioni, contribuire a produrre, ordinare e valutare risultati collettivi
• predisporre documentazione tecnica e normativa gestibile attraverso le reti telematiche
• gestire i processi comunicativi e relazionali all’interno e all’esterno dell’organizzazione sia in lingua italiana, sia in lingua inglese
• valutare le implicazioni dei flussi informativi rispetto all’efficacia ed efficienza della gestione dei processi produttivi o di servizio, individuando anche soluzioni alternative per assicurarne la qualità
• utilizzare strumenti e modelli matematici e statistici nella descrizione e simulazione delle diverse fenomenologie dell’area di riferimento, nell’applicazione e nello sviluppo delle tecnologie appropriate
• utilizzare strumentazioni e metodologie proprie della ricerca sperimentale per le applicazioni delle tecnologie dell’area di riferimento
• reperire le fonti e applicare le normative che regolano la vita dell’impresa e le sue relazioni esterne in ambito
nazionale, europeo ed internazionale
• conoscere i fattori costitutivi dell’impresa e l’impatto dell’azienda nel contesto territoriale di riferimento
• utilizzare strategie e tecniche di negoziazione con riferimento ai contesti di mercato nei quali le aziende del
settore di riferimento operano anche per rafforzarne l’immagine e la competitività
• conoscere e contribuire a gestire i modelli organizzativi della qualità che favoriscono l’innovazione nelle imprese nel settore di riferimento
• riconoscere, valutare e risolvere situazioni conflittuali e problemi di lavoro di diversa natura: tecnico-operativi,
relazionali, organizzativi
• conoscere, analizzare, applicare e monitorare, negli specifici contesti, modelli di gestione di processi
produttivi di beni e di servizi
• gestire relazioni e collaborazioni nell’ambito della struttura organizzativa interna ai contesti di lavoro, valutandone l’efficacia
• gestire relazioni e collaborazioni esterne – interpersonali e istituzionali – valutandone l’efficacia
• organizzare e gestire, con un buon livello di autonomia e responsabilità, l’ambiente lavorativo, il contesto umano e il sistema tecnologico di riferimento al fine di raggiungere i risultati produttivi attesti
• analizzare, monitorare e controllare, per la parte di competenza, i processi produttivi al fine di formulare
proposte/individuare soluzioni e alternative per migliorare l’efficienza e le prestazioni delle risorse tecnologiche
e umane impiegate nell’ottica del progressivo miglioramento continuo
• produrre soluzioni tecnologiche che introducono elementi innovativi e competitivi di prodotto e di processo
• gestire i processi di produzione e trasformazione nell’ambito di peculiarità made in Italy
• gestire i processi produttivi secondo i principi di ecocompatibilità e sostenibilità
• applicare sistemi di controllo su materiali processi prodotti per il miglioramento della qualità
• eseguire e interpretare analisi sulle produzioni e sui prodotti agroalimentari
• applicare le normative comunitarie nazionali e regionali in materia di salvaguardia Ambientale qualità import ed export aziendale
• applicare le integrazioni possibili tra piattaforme logistiche e strumenti di marketing
• applicare le metodologie per la valutazione dell’impatto strategico e aziendale
• riconoscere le principali caratteristiche della filiera lattiero casearia e i principali processi produttivi e di trasformazione e commercializzazione dei prodotti
• riconoscere le principali caratteristiche della filiera vitivinicola e i principali processi produttivi e di trasformazione e commercializzazione dei prodotti
• predisporre un business plan del progetto di internazionalizzazione
• utilizzare i finanziamenti più adeguati per sviluppare progetti di internazionalizzazione
• riconoscere le principali caratteristiche del settore agroalimentare a livello internazionale
• applicare tecniche di analisi di mercato
• applicare gli strumenti del marketing all’ambito agroalimentare e agroindustriale per sviluppare il settore e i
suoi prodotti
• operare in sicurezza sul luogo di lavoro.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

In tutte le aziende della filiera agroalimentare in ambito di trasformazione, controllo e assicurazione qualità, commercializzazione, distribuzione e marketing, così come in aziende/enti /consorzi che si occupano di comunicazione, valorizzazione e promozione territoriale.

REQUISITI D'ACCESSO

-Possesso del Diploma di Istruzione Secondaria Superiore.
-Superamento della prova di selezione, così costituita:
• Prova scritta: tre test per valutare conoscenze tecnologiche, tecnico/scientifiche e inglese
• Colloquio motivazionale, attitudinale e tecnico per consentire la valutazione di conoscenze, capacità relazionali, decisionali e competenze di tipo interdisciplinare necessarie per una proficua partecipazione al percorso
• Valutazione titoli: voto diploma e coerenza del percorso formativo svolto.

DURATA E STAGE

Il percorso formativo si compone di 1800 ore totali sul biennio, di cui il 40% sono dedicate allo stage in azienda.
Nello specifico è previsto uno stage da 320 ore a conclusione della prima annualità ed uno stage da 400 ore a conclusione della seconda.

CERTIFICAZIONI FINALI

Attestato HACCP
Attestato sicurezza sul lavoro
In relazione alla frequenza dei vari moduli vengono riconosciute certificazioni di competenze facenti riferimento al Quadro Regionale degli Standard Professionali.

PIANO DI STUDI 1° ANNO

-INGLESE TECNICO COMMERCIALE 36 ore
-INFORMATICA E RETI TELEMATICHE 36 ore
-ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E PROJECT MANAGEMENT 20 ore
-COMUNICAZIONE E RELAZIONI INTERPERSONALI 16 ore
-GRUPPI DI LAVORO, NEGOZIAZIONE E PROBLEM SOLVING 16 ore
-COMUNICAZIONE AZIENDALE E CUSTOMER CARE 16 ore
-STATISTICA 20 ore
-NORMATIVA ITALIANA, COMUNITARIA E INTERNAZIONALE DEL SETTORE AGROALIMENTARE 24 ore
-SOSTENIBILITA’ E IMPATTO AMBIENTALE 16 ore
-CULTURA DEL MADE IN ITALY AGROALIMENTARE E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO 20 ore
-ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI 20 ore
-LE FILIERE AGRO ALIMENTARI MADE IN ITALY: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 36 ore
-PROCEDURE DI CONTROLLO QUALITATIVO DEI PROCESSI E DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 36 ore
-SICUREZZA ALIMENTARE, PRINCIPI DI ALIMENTAZIONE E HACCP 44 ore
-SUPPLY CHAIN MANAGEMENT NEL SETTORE AGROALIMENTARE 24 ore
-LEGISLAZIONE SUI TRASPORTI E ADEMPIMENTI DOGANALI 18 ore
-LA FILIERA LATTIERO-CASEARIA: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 32 ore
-LA FILIERA VITIVINICOLA: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 32 ore
-I PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE AGROALIMENTARI ITALIANE 26 ore
-GEOGRAFIA ECONOMICA E POLITICA DEL SISTEMA AGROALIMENTARE INTERNAZIONALE 12 ore
-TECNICHE DI ANALISI E RICERCHE DI MERCATO 14 ore
-MARKETING STRATEGICO E GESTIONE DELLE VENDITE NEL SETTORE AGROALIMENTARE 32 ore
-SICUREZZA SUL LAVORO 16 ore
-STAGE 320 ore
-ACCOGLIENZA, PREPARAZIONE ALLO STAGE/ESAME E ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO 8 ore
-TOTALE 890 ore

PIANO DI STUDI 2° ANNO

-INGLESE TECNICO COMMERCIALE 28 ore
-INFORMATICA E RETI TELEMATICHE 28 ore
-ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E PROJECT MANAGEMENT 20 ore
-COMUNICAZIONE E RELAZIONI INTERPERSONALI 16 ore
-GRUPPI DI LAVORO, NEGOZIAZIONE E PROBLEM SOLVING 16 ore
-COMUNICAZIONE AZIENDALE E CUSTOMER CARE 16 ore
-SOSTENIBILITA’ E IMPATTO AMBIENTALE 16 ore
-CULTURA DEL MADE IN ITALY AGROALIMENTARE E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO 12 ore
-ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI 12 ore
-LE FILIERE AGRO ALIMENTARI MADE IN ITALY: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 36 ore
-PROCEDURE DI CONTROLLO QUALITATIVO DEI PROCESSI E DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 44 ore
-SUPPLY CHAIN MANAGEMENT NEL SETTORE AGROALIMENTARE 32 ore
-LEGISLAZIONE SUI TRASPORTI E ADEMPIMENTI DOGANALI 14 ore
-LA FILIERA LATTIERO-CASEARIA: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 32 ore
-LA FILIERA VITIVINICOLA: PROCESSI PRODUTTIVI E MODALITÀ DI VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI 32 ore
-I PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE AGROALIMENTARI ITALIANE 32 ore
-GEOGRAFIA ECONOMICA E POLITICA DEL SISTEMA AGROALIMENTARE INTERNAZIONALE 20 ore
-TECNICHE DI ANALISI E RICERCHE DI MERCATO 20 ore
-MARKETING STRATEGICO E GESTIONE DELLE VENDITE NEL SETTORE AGROALIMENTARE 40 ore
-SICUREZZA SUL LAVORO 4 ore
-STAGE 400 ore
-ACCOGLIENZA, PREPARAZIONE ALLO STAGE/ESAME E ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO 24 ore
-TOTALE 910 ore