GESTIONE APPARATI E IMPIANTI DI BORDO
EDIZIONE 2016

Info

Area Mobilità sostenibile
Ambito Mobilità delle persone e delle merci
Figura Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci

Sedi del corso

Palazzo della Cultura

Via Annunziata, 58 GAETA (LT)
info@fondazionecaboto.it
www.fondazionecaboto.it

REFERENTI

Borrelli Clemente | borrelli@fondazionecaboto.it | 392 5413055

Coordinatore (Direttore) Didattico

DESCRIZIONE DEL CORSO

Il  percorso ITS forma la figura professionale afferente alle competenze declinate a livello nazionale per il Tecnico Superiore per la Mobilità delle Persone e delle Merci settore Conduzione del Mezzo Navale e Gestione degli apparati e Impianti di Bordo. 

I piani formativi sono stati predisposti facendo riferimento a:

1. Art. 7, comma 2 del DPCM 25/01/2008  (6 semestri per 3000 ore); 

2. le Direttive UE 2008/106/CE emendata dalla 2012/35/CE 

3. gli standard di cui all’All.to A del D. Lgs 71/2015

4. Convenzioni Internazionali sottoscritte dallo Stato Italiano (STCW 2010, SOLAS, MARPOL, MLC)

5. negli Standard “Model Course” 7.04 emanati dall’International Maritime Organization

Contestualmente al conseguimento del titolo ITS, compreso i 12 mesi di imbarco, gli allievi conseguiranno il titolo professionale che sarà rilasciato dall’Autorità Marittima.

I due progetti formativi vedono il coinvolgimento delle seguenti aziende dello shipping: d’Amico Società di Navigazione Spa – Roma, Fr.lli d’Amico Armatori Spa – Roma; LNG-ENI Shipping SPA – S. Donato Milanese; FINAVAL Spa – Roma; RBD – Torre del Greco; Premuda Spa – Genova; Carboflotta Group Spa – Genova, Novella/Calise Spa – Genova; d’Amico Shipping Spa – Palermo; Amoretti Group – Parma; Italia Marittima Spa - Trieste

COMPETENZE PROFESSIONALI

TS per la Gestione di Apparati e Impianti di Bordo (Allievo Ufficiale di Macchine). Gli allievi acquisiranno elevate competenze di natura tecnica, informatiche, giuridica e linguistica. Nonché saranno sostenuti nella formazione di un forte senso di responsabilità, autonomia operativa, capacità organizzativa e gestionale. Il futuro Ufficiale dovrà possedere la capacità della gestione dei sistemi ausiliari alle macchine, dei relativi apparati elettrici ed elettronici, dei sistemi informatici e di automazione sia navale che industriale, dei principi per la gestione in sicurezza di mezzi di trasporto speciali con alto livello di pericolosità per le persone e l’ambiente, capacità d'intervento immediato nel predisporre piani idonei alla soluzione di problemi tecnici e gestionali complessi. Sarà chiamato ad effettuare il servizio di guardia, la gestione e programmazione dei controlli e della manutenzione.  Organizzerà e gestirà il personale della propria sezione, parteciperà alle operazioni di manovra della nave. Opererà direttamente alla programmazione della manutenzione degli apparati per evitare o minimizzare i tempi di fermo macchina. Tali interventi riguarderanno anche tutti gli strumenti ausiliari di bordo. Dovrà saper leggere ed interpretare le monografie tecniche anche attraverso una comprensione dei disegni e degli schemi degli apparati. In ultimo dovrà essere in grado di effettuare interventi di piccole manutenzioni e sovrintendere ad interventi qualitativamente complessi.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Al termine del percorso gli allievi saranno imbarcati come Ufficiali di Navigazione o Ufficiali di Macchina addetti alla Guardia in Navigazione su navi della flotta mercantile nazionale e internazionale.

Potranno essere assegnati anche a compiti gestionali negli uffici di terra delle Compagnie di Navigazione e all’organizzazione logistica dei Terminal portuali e come supervisor nelle costruzione e/o manutenzioni delle Navi da trasporto.

Ad oggi, tutti gli  allievi ammessi a queste tipologie di corso è stato imbarcato come Ufficiale

REQUISITI D'ACCESSO

1. TS per la Gestione di Apparati e Impianti di Bordo (Allievo Ufficiale di Macchine).

a. Trasporti e logistica - Articolazione: Conduzione del mezzo – opzione Conduzione Apparati e Impianti Marittimi (già Perito AIM)

b. Attività Marinare – “Tecnico del Mare” (per diplomati entro l’anno 2014);

c. Qualsivoglia diploma quinquennale integrato dal possesso dei requisiti di cui all’art. 12 comma 3, del D.M. del MIT 30/11/2007

Altri Titoli:

a. Iscrizione alla Gente di Mare di 1^ Categoria

b. Idoneità fisica ai sensi della Regola A-I del Codice internazionale STCW ’95 Amended

DURATA E STAGE

Durata complessiva del Corso =               4.458  ore

Di cui ore di Tirocinio / Stage   =               2.920  ore (12 mesi)

Ore di aula / laboratori / certificazioni=  1.538  ore

CERTIFICAZIONI FINALI

Conseguimento delle Certificazioni Internazionali IMO:

“Fire Prevention and Fire Fighting”

“Advanced Training in Fire Fighting”

“Sopravvivenza e Salvataggio”

“Personal Safety and Social Responsibilities”

“First AID” 

“Security Duties”

“Leadership and Teamwork – Bridge Resource Management” 

“Tanker Familiarization”

“High Voltage”

Sicurezza Gasiere

Sicurezza Chimichiere

Sicurezze Petroliere

Al termine del percorso di Studi, gli allievi conseguiranno il titolo professionale di “Ufficiale di Macchine”