TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL'INTERMODALITÀ
EDIZIONE 2017/2019

Info

Area Mobilità sostenibile
Ambito Gestione infomobilità e infra-strutture logistiche
Figura Tecnico superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche

Sedi del corso

Interporto Quadrante Europa

Via Sommacampagna, 61 VERONA (VR)
info@itslogistica.it
www.itslogistica.it

Istituto Einuadi Gramsci

via delle Palme 1 Padova PADOVA (PD)
info@itslogistica.it
www.itslogistica.it

DATA INIZIO CORSO

15/10/2017

DATA FINE CORSO

31/07/2019

REFERENTI

Speri Laura | info@itslogistica.it | 0454950249

direttore

DESCRIZIONE DEL CORSO

Il Tecnico superiore dei trasporti e dell’intermodalitá opera all’interno di imprese di trasporti e di servizi logistici, o all’interno dell’area magazzino-logistica di aziende produttrici, con il compito di scegliere le soluzioni e gli strumenti più idonei per la realizzazione dei servizi, coordinando le diverse tecnologie e modalità di trasporto.
Il percorso formativo si riferisce alla logistica intesa come:
• logistica integrata d’impresa, quale funzione interna all’impresa tesa all’ottimizzazione dei flussi dell’impresa;
• logistica di magazzino e di piazzale,
• logistica del servizio trasportistico, di imprese di outsourcing e dell’ausiliariato al trasporto.

COMPETENZE PROFESSIONALI

Il percorso permetterà agli allievi di acquisire competenze specifiche nell'ambito della
gestione dei rapporti e delle relazioni con gli attori che partecipano a tutte le fasi della filiera del sistema logistico, coinvolti nei flussi di entrata/uscita di mezzi, persone e merci.
Gli obiettivi specifici del percorso vertono sull'acquisizione di competenze per:
• gestire e movimentare le scorte e i colli presenti in magazzino in maniera efficiente;
• organizzare le aree di stoccaggio dei colli sia nel caso di sistemi di immagazzinamento manuali che automatici;
• saper operare con i principali sistemi di movimentazione a magazzino;
• saper operare presso terminali intermodali che gestiscono il trasporto combinato gomma-rotaia;
• gestione del corretto approvvigionamento dei mezzi di trasporto in relazione alla disponibilità e alla tipologia della merce;
• saper preparare e leggere correttamente i documenti che accompagnano le merci rispetto alle modalità di trasporto utilizzata;
• comprendere e supportare operativamente le strategie logistiche in ottica di minimizzazione dei costi e miglioramento del servizio al cliente;
• misurare e costruire operativamente gli indicatori di performance
in ottica di efficienza logistica, produttività e selezione dei fornitori;
• applicare in ambito aziendale le conoscenze, le abilità e competenze acquisite.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Chi opera in questo settore può trovare svariati sbocchi occupazionali:
• in imprese di trasporti e di servizi logistici,
• in imprese produttrici, in particolare, all’interno dell’area magazzino-logistica, con il compito
di scegliere le soluzioni e gli strumenti più idonei per la realizzazione dei servizi e il coordinamento delle diverse tecnologie e modalità di trasporto,
• nella progettazione di magazzini e nella gestione dei flussi delle merci in un’ottica di
efficientamento continuo dei processi.
Nella graduatoria delle figure piú difficili da reperire nel mercato del lavoro, gli addetti alla logistica figurano al settimo posto (dati Excelsior).
Conseguentemente coloro che posseggono competenze in tale ambito sono alquanto ricercati
dalle imprese.
Ció è confermato dai risultati occupazionali dei tecnici diplomati.
A pochi mesi dalla fine del corso più del 90% degli allievi, infatti, ha un contratto di lavoro nelle aziende che li hanno ospitati nel corso dello stage.

DURATA E STAGE

2000 distribuite su 2 anni di cui 1000 in stage.

PIANO DI STUDI 1° ANNO

Spesso si ha una visione non totalmente corretta e tendenzialmente ridotta del concetto di logistica quale semplice attività di distribuzione fisica dei prodotti legata al trasporto dal luogo di produzione al luogo di utilizzo.
La logistica si occupa della gestione integrata dell’intero ciclo operativo dell’azienda attraverso la gestione della logistica d’acquisto, in particolare l’approvvigionamento dai fornitori delle materie prime, semilavorati o prodotti finiti; L’obiettivo è quello di supportare le funzioni di acquisto e di vendita mediante acquisti tempestivi e al costo totale più basso attraverso attività di pianificazione dei fabbisogni, individuazione dei fornitori, contrattazioni, emissione degli ordini, trasporto dei materiali in entrata, ricezione, controllo, immagazzinaggio e movimentazione delle merci.
Inoltre, si occupa anche della gestione della produzione, tramite la programmazione dei fabbisogni, l’assemblaggio e il controllo dei qualità dei prodotti. E infine della logistica distributiva dei prodotti finiti dal produttore al cliente/consumatore finale in ottica di efficienza, ovvero ottimizzazione di rotte, carichi e destinazioni e di efficacia, ovvero mantenendo il livello di servizio promesso al cliente.
In un contesto di forte internazionalizzazione dei mercati di sbocco e di fornitura la logistica diventa elemento decisivo da gestire efficientemente ed efficacemente anche in ambito intermodale tramite una integrazione dei trasporti ferroviari, marittimi, portuali e aeroportuale, proponendosi di individuare di volta in volta di reperire le soluzioni migliori caso per caso, valutare le potenzialità delle ICT in un contesto di efficienza e di efficacia della supply chain. Questo è possibile anche attraverso una efficiente gestione della logistica internazionale e di tutte le pratiche operative e documentali legate a import ed export di merci, nonché attraverso un'organizzazione efficiente ed efficace del network distributivo e di fornitura.
Chi si gestisce i trasporti e la logistica deve, infine, garantire anche un adeguato servizio al cliente che vuole quanto acquistato in tempi rapidi e certi e una gestione efficiente dei costi di consegna e di stoccaggio delle merci, che possono risultare molto complessi, variabili e onerosi, ad esempio in un contesto di conto terzi per acquisti tramite e-commerce. In questo scenario servono competenze specifiche capaci di gestire informazioni e ridurre i costi di magazzini, depositi, centri di spedizione, approvvigionamenti mantenendo un livello di puntualità del servizio in linea con le attese del consumatore finale
In sintesi, la figura professionale opera all'interno di imprese industriali, commerciali o di servizi logistici come supporto operativo alla pianificazione, gestione e controllo dei flussi fisici, dei beni e delle relative informazioni a partire dalla fornitura iniziale fino alla distribuzione
finale.